Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Le offensive tedesche e il crollo della Russia: 1917

Le immagini d’archivio proposte nell’unità audiovisiva documentano il clima di tensione che attraversa la Germania durante la fase conclusiva della prima guerra mondiale e ricostruiscono le offensive tedesche, svoltesi nello stesso periodo, sui fronti orientale e occidentale
Fallito il tentativo del parlamento tedesco di ricercare una base comune di reciproca comprensione con gli alleati per porre fine al conflitto, l’esercito guidato dai generali Ludendorff e Hindenburg riesce a imporsi sulla volontà del parlamento e dello stesso Kaiser Guglielmo II e assume il controllo del governo. Da questo momento, il paese si trova in balia delle strategie belliche dei due generali, distruttive per la Germania stessa. I famigerati e micidiali U–Boot, velocissimi e invisibili sottomarini, affondano indiscriminatamente navi appartenenti a paesi nemici e neutrali, mentre in Belgio, sul fronte occidentale, la linea fortificata “Sigfried” fa pagare un caro prezzo agli alleati per ogni azione offensiva attuata. Intanto, sul fronte orientale l’esercito e il governo russi, dissolti dalla rivoluzione bolscevica, vengono sopraffatti dall’avanzata tedesca. Soltanto l’intervento degli Stati Uniti di Woodrow Wilson, con l’invio di ben due milioni di soldati, riuscirà a frenare l’impeto distruttivo dell’esercito tedesco.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo