Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La guerra sottomarina

Dopo le sconfitte sui mari delle flotte tedesche ed austriache nel 1916, il  blocco navale inglese  induce la Germania ad annunciare la  ripresa della guerra sottomarina a oltranza, anche contro le nazioni neutrali, a partire dal 1 febbraio 1917.  Tra  le conseguenza del blocco, in Germania si era avuto un accentuarsi del dirigismo statale in economia e una drastica riduzione delle importazioni, oltre a un aumento della circolazione di moneta che produceva inflazione.  L’obiettivo della guerra sottomarina doveva, pertanto, essere quello di rovesciare la situazione, prendendo Francia e Inghilterra per fame, prima di un eventuale intervento americano.  Tra Febbraio ed Aprile, in effetti, gli attacchi sottomarini  provocano enormi perdite alle flotte mercantili dell’Intesa ma, dopo l’affondamento di quattro mercantili statunitensi, sotto la pressione dell’opinione pubblica interventista, il 6 aprile del 1917, Wilson firma la dichiarazione di guerra contro la Germania.

(da La Grande Guerra - Nei continenti e sui mari, di Hombert Bianchi, 1965)

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo