Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il Giornale di guerra e di prigionia di Carlo Emilio Gadda

Nel giugno del 1915 il ventunenne Carlo Emilio Gadda deve interrompere gli studi di ingegneria per andare a combattere tra gli alpini, prima in Trentino e poi sul Carso.  Il futuro scrittore immagina di dover affrontare difficili prove di coraggio e di disciplina ma in realtà non ha idea di ciò che l’aspetta.  Alla mercé di una gerarchia militare troppo spesso impreparata, irresponsabile, perfino cinica, Gadda sente crescere dentro di sé quei sentimenti di rabbia e frustrazione che si riversano nelle pagine del suo Giornale di guerra e di prigionia. Il brano video di questa pagina, tratto da “Sulla scena della vita – Carlo Emilio Gadda” del 1972, testimonia del suo precipitare in uno stato di profonda prostrazione psichica e spirituale durante la  prigionia in Germania, dopo la disfatta di Caporetto.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo