Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il dopoguerra e l`autoritarismo

Lo stato di guerra ha cambiato lo spirito pubblico, limitando sempre piu` la liberta` dell’individuo e allargando i poteri dei governi e degli stati. Dalla Russia, in preda alla guerra civile e alla carestia, l’autoritarismo dilaga in buona parte d’Europa, prendendo forme diverse da paese a paese.  In Italia, dove all’enorme debito pubblico si accompagnano inflazione e disoccupazione, la situazione politica e` estremamente instabile e i governi precari.  Al massimalismo verbale del partito socialista  fa da contraltare la propaganda nazionalista sulla vittoria mutilata.  Al pericolo rosso, che raggiunge il suo acme con l’occupazione delle fabbriche, risponde il movimento fascista.    

da La Grande Guerra - L'Europa dopo la tempesta, di Hombert Bianchi, 1965

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo